Tra innovazione e continuità

Tra innovazione e continuità

Tante sono le innovazioni e tante le continuità dei progetti intrapresi che fanno parte del nostro programma annuale.

Il Progetto Banco Farmaceutico merita una posizione di assoluto rilievo nell’elenco dei vari service avviati dal Club.

Il Rotary Club di Civitanova Marche ha stipulato una convenzione con la Fondazione Banco Farmaceutico di cui è diventato il primo fiduciario/referente sul territorio di appartenenza.

Il Banco Farmaceutico si occupa di contrastare la povertà sanitaria mediante il recupero di farmaci validi non scaduti donati dai privati; a tal fine si avvale di una rete di volontari ai quali il Rotary Club di Civitanova Marche si è associato.

Si tratta di un service compatibile sia con l’azione umanitaria, essendo finalizzato alla prevenzione ed alla cura delle malattie, sia con l’obbiettivo di migliorare l’immagine del Rotary.

A fronte di un budget di spesa di euro 1.000,00 i volontari del Club in 32 mesi hanno raccolto e registrato farmaci per un controvalore di euro 130.000,00.

Il service è molto efficace, perché consente agli enti pubblici di risparmiare sui notevoli costi di smaltimento dei farmaci recuperati che, al contempo, possono essere utilizzati da enti/associazioni che si occupano di prestare assistenza ai più bisognosi.

Il Club ha inoltre guadagnato la stima delle autorità locali ai quali ha fatto risparmiare i notevoli costi di smaltimento.

Il Comune di Civitanova Marche vede nel Club un referente affidabile ed ha iniziato a contattarlo sempre più spesso per avviare progetti comuni a vantaggio del territorio.

I farmaci raccolti dai volontari del Rotary Club Civitanova presso le farmacie aderenti al progetto, continueranno ad essere destinati ad enti assistenziali convenzionati presenti nel territorio nel quale il Club opera, per essere successivamente distribuiti a soggetti in difficoltà.

Nell’ottobre 2017 il Rotary Club Civitanova ha invitato i Club della Regione Marche a partecipare ad una giornata di formazione sul banco farmaceutico.

I risultati di questo incontro sono stati lusinghieri: molti Club hanno dato avvio al progetto ed altri sono in fase avanzata di attuazione, come è emerso in occasione di un seminario organizzato dal rotary club Civitanova nell’anno 2018.

Inoltre il Rotary Club di Civitanova Marche in questi anni ha avviato dei progetti che riguardano vari ambiti di interesse.
Nel 2010 abbiamo realizzato la prima edizione de Il Rotary e i Viaggi della Musica, service che ha visto la partecipazione di 470 persone tra rotariani, familiari ed amici. Le finalità della prima edizione e di tutte le altre che sono seguite, sono quelle di creare una prestigiosa occasione per stare insieme, rinsaldando le vecchie amicizie e dando la possibilità di farne di nuove e di visitare le grandi città europee partecipando ad un concerto nelle più importanti teatri del mondo. Nel 2010, grazie al service della Sala d’Oro del Musikverein di Vienna, abbiamo potuto devolvere 15.000 € alla Rotary Foundation. Nei due anni successivi abbiamo promosso altre due edizioni a Praga e a Monaco di Baviera.
Quest’anno stiamo organizzando la quarta edizione che ci porterà a Salisburgo dal 19 al 21 giugno 2020, assistendo ad un concerto nella prestigiosa Sala del Mozarteum.

Inoltre quest’anno vivremo la X edizione del Concorso Musicale dedicato al grande soprano compatriota Anita Cerquetti, che si svolgerà presso il Teatro delle Logge di Montecosaro. Un contest tutto a Lei dedicato e diretto dal maestro Alfredo Sorichetti, nostro socio rotariano, e che ci ha consentito di effettuare un service a favore di artisti meritevoli.

Anche l’edizione di “Arti e Mestieri” ha avuto il suo spazio culturale, sempre nel proposito di valorizzazione antiche arti realizzate con esperienza ed abilità, maestri ormai in linea di estinzione, di cui solo alcuni ancora conservano le capacità e il talento: nel 2019 il premio è stato conferito a Tonino Maurizi.

Altro service è il Restauro dei libri antichi. Ininterrottamente dal 2009 doniamo ogni anno un contributo alla
Parrocchia di Civitanova Alta per il restauro di volumi antichi del secolo XVIII, XIX e XX conservati
nell’Archivio storico di Civitanova Alta, che rappresentano l’unica fonte storica della nostra collettività.

Continuando sul filone delle tradizioni storiche, abbiamo seguito con interesse lo svolgersi delle attività dell’Associazione Culturale “Accademia Primo dialetto” che, costituita nel 2012 da volontari ha per finalità la pratica, la promozione della cultura teatrale per il recupero del dialetto, aneddoti e allocuzioni vernacolare della comunità e la diffusione delle tradizioni popolari civitanovesi tra le nuove generazioni.

Tra i più significativi, inoltre, c’è il proseguimento del Campus disabili Marche, arrivato ormai alla usa XVI° edizione.

Fa parte del nostro programma anche il Corso RYLA di comunicazione mediatica e di preparazione alla leadership per i ragazzi dai 18 ai 35 anni, ai quali diamo un contributo annuale. Il Rotaract La Marca, di cui siamo Padrini assieme al Club di Porto San Giorgio, nell’edizione 2019 che avrà luogo ad Ancona dal 25 al 30 Novembre prossimo, avrà l’opportunità di far partecipare ben due soci rotaractiani.

Il nostro Club quest’anno vorrebbe anche avviare un service a favore di una scuola nel Burundi, in Africa,
nella quale vorremmo istituire una biblioteca. Il service si attuerebbe in collaborazione con una nota
associazione civitanovese.