Filosofia e principi

FILOSOFIA e PRINCIPI

Lo Scopo del Rotary è incoraggiare e promuovere l’ideale di servizio come base di iniziative benefiche e, in particolare, incoraggiare e promuovere:
PRIMO: lo sviluppo di rapporti interpersonali intesi come opportunità di servizio;
SECONDO: elevati principi morali nello svolgimento delle attività professionali e nei rapporti di lavoro; il riconoscimento dell’importanza e del valore di tutte le attività utili; il significato dell’occupazione di ogni Rotariano come opportunità di servire la società ;
TERZO: l’applicazione dell’ideale rotariano in ambito personale, professionale e sociale;
QUARTO: la comprensione, la buona volontà e la pace tra i popoli mediante una rete internazionale di professionisti e imprenditori di entrambi i sessi, accomunati dall’ideale del servire.
Prova delle quattro domande
Ciò che penso, dico o faccio

Risponde a VERITA’?
E’ GIUSTO per tutti gli interessati?
Promuoverà Buona volontà e Migliori rapporti di amicizia?
Sarà VANTAGGIOSO per tutti gli interessati?Missione
Missione
La missione del Rotary International come associazione internazionale di Rotary club è di servire gli altri, promuovere elevati standard etici e propagare nel mondo la comprensione reciproca, la cooperazione e la pace attraverso il diffondersi di relazioni amichevoli fra persone esercitanti diverse attività economiche, professionali e di leadership nelle loro comunità.

Il futuro del Rotary
Nel 2001-02 il Rotary International ha cominciato a sviluppare un piano strategico volto a guidare l’organizzazione nel nuovo secolo di servizio. Nel giugno 2007 il Consiglio centrale ha approvato un Piano strategico imperniato sulle seguenti sette aree prioritarie:

Eradicare la poliomielite
Far conoscere il Rotary e promuoverne l’immagine pubblica
Migliorare la capacità di servire
Ampliare l’effettivo nel mondo, numericamente e qualitativamente
Sottolineare l’impegno nell’azione professionale
Utilizzare le risorse professionali esistenti nel Rotary
Implementare la pianificazione strategica in modo da garantire la continuità e la coesione dell’intera organizzazione